sabato 30 ottobre 2010

Briochine di pasta brioche

Ah!!! I lievitati..li adoro!!! Credo che non ci sia niente di più bello del profumo del lievito, dell'impasto che pian piano cambia consistenza fino ad incordarsi, e dell'attesa prima di infornare..eh sì, perchè se vogliamo che un lievitato riesca alla perfezione si deve avere tanta tanta pazienza.
Purtroppo però nonostante io adori impastare ho raramente il tempo per farlo, perchè un lievitato è un pò come un piccolo bambino: se non gli dedichi le attenzioni necessarie fa i capricci!

La ricetta di questo impasto per Pan-brioche l'ho trovata qui ed è una ricetta del grande Montersino.
Io ho diviso l'impasto in tanti pezzi e ho formato delle briochine di varie forme, che una volta cotte ho congelato, così da averne una ogni mattina buona come appena sfornata.
Purtroppo manca una foto dell'interno, ma fidatevi..sono sofficissime!!!

Vi riporto la ricetta copiata e incollata da qui.



 PAN BRIOCHE

500 gr di farina forte (Manitoba del Super)
80 gr di latte
180 gr di uova (3)
70 gr di zucchero
180 gr di burro morbido
15 gr di lievito
7 gr di rum
1/2 bacca di vaniglia
7 gr di sale
scorza di limone (1/4)
15 gr di Miele

Panna e Tuorlo per pennellare (io semplicemente latte)

Prima di tutto preparate in una ciotolina a parte gli aromi, quindi..rum, miele, i semini della vaniglia, la scorza di limone grattugiata..in questo modo si insaporirà di più..

Mettete nella ciotola dell'impastatore la farina, il lievito sbriciolato e lo zucchero..avviate con il gancio ed aggiungete tutto il latte (freddo se la stanza è calda)..le uova leggermente battute a parte un pò alla volta e lavorare per almeno 5 minuti...

Unire il burro morbido un pò alla volta facendolo assorbire fra un passaggio e l'altro...aumentare a metà velocità, unire gli aromi ed infine il sale..lavorare fino ad ottenere un impasto liscio, amalgamato ed incordato..

Mettete sul tavolo e date un giro di pieghe..rimettere in ciotola e poi in frigo per un'ora o fino al giorno dopo se l'avete fatto la sera..

Togliere dal frigo e formare a piacere..se è stato tutta la notte tiratelo furi un'oretta prima e dategli il tempo di ambientarsi...
Mettete a levitare fino al raddoppio circa 2 ore e mezza coperti..(ovviamente dipende dalla temperatura ambiente)!..e si cuociono a 180°-200° per circa 15 minuti (dipende dalla grandezza delle brioches, cuocetele finchè saranno ben dorate).

martedì 26 ottobre 2010

Che l'avventura abbia inizio!!!

Eccomi finalmente.. è da tantissimo tempo che mi gira per la testa l'idea di pubblicare un blog, ma mi dicevo sempre che non era il caso, che non sarei stata in grado.
Non avrei retto il confronto con i tantissimi e bellissimi blog di cucina che non perdo mai di vista.
Poi però un giorno mi sono decisa, ho deciso di mettermi alla prova comunque e  ho deciso di vedere se ce l'avrei fatta.
Ho deciso di aprire questo blog soprattutto per condividere con voi la mia grande passione, a volte ossessione, che è la cucina, ma anche per potermi migliorare grazie ai vostri consigli.

Ma bando alle ciance e incominciamo con qualche ricetta.
Voglio proporvi come prima ricetta una crostata molto semplice quanto buona, che ho fatto per l'ennesima volta in occasione del compleannodi mia mamma.
Infatti lei adora tutti i dolci che sono a base di ricotta e quindi quale regalo migliore di una crostata alla ricotta?
Questa ricetta la trovò proprio lei su qualche rivista di cucina tanto tempo fa, e quindi non sono in grado di dirvi quale sia la fonte :)


CROSTATA DI RICOTTA
Ingredienti:
250 g di farina
125 g di burro
200 g di zucchero
3 uova
3 cucchiai di rum
400 g di ricotta
50 g di uvetta
50 g di scorze di arancia candite
Scorza grattuggiata di un limone
Un pizzico di sale

Mettete in un mixer la farina con il burro ammorbidito fatto a tocchetti, 5o g di zucchero, un uovo e un cucchiaio di rum.
Azionate il mixer per il temo necessario affinchè si formi una palla di pasta, dopodichè avvolgete la frolla in un foglio di pellicola e mettetela in frigo per almeno 1 ora.
Nel frattempo mettere in una ciotola il rum rimasto, mezzo bicchiere d'acqua tiepida e l'uvetta. fatela ammorbidire per circa 10 minuti dopodichè scolatela e strizzatela.
Lavorate in una terrina la ricotta con lo zucchero rimasto e le uova fino ad ottenere una crema liscia e soffice.
aggiungete la scorza del limone, l'uvetta e le scorze d'arancia candite ridotte in piccoli cubetti.
Togliete la frolla dal frigo e stendetela con uno spessore di circa mezzo cm.
Foderate con la pasta uno stampo da crostata di circa 23 cm e bucherellate il fondo con i rebbi di una forchetta.
Prelevate gli eccessi di pasta e con essi formate delle striscioline che serviranno poi per fare la "griglia" tipica della crostata.
Versate la crema di ricotta sulla base di pasta frolla livellandola bene con un cucchiaio.
Disponete le striscioline preparate in precedenza sul ripieno di ricotta in modo da formare la "griglia".
Informnare in forno già caldo a 180° per circa 40 minuti.
Alla prossima!