martedì 23 novembre 2010

Una torta nata un pò per caso

Innanzi tutto incomincio a scrivere questo post scusandomi se ultimamente sono un pò assente, ma tra scuola e altre "vicende" varie trovo a fatica un po' di tempo per entrare nel blog :(

In una delle tante e tante domeniche piovose (che ultimamente sono diventate una vera prassi), non sapevo proprio che fare, quindi mi dico "ma sì dai..faccio una semplice torta, dato che è da un bel pezzo che non ne faccio una".
Ma che torta faccio? Inizialmente penso di fare una di quelle che da tempo mi prometto e riprometto di provare, ma poi (stranamente) opto per qualcosa inventato un po' così su due piedi :)
Ricordavo di aver visto un po' per caso questa ricetta vagando qua e la sul web, e mi sembrava giunta l'ora di liberarmi di un pò degli albumi che da tempo affollano il congelatore.
Unico problema: non ho le mandorle..mannaggia!! Ma poi ricordo che nella dispensa c'è una cesta piena piena di nocciole, tutto ok!
Ecco questa ricetta è nata un po' così, ma ve la consiglio vivamente, perchè è una torta molto semplice, ma dalla consistenza molto particolare e dal gusto che ricorda quello dei baci di dama ;P


TORTA BIANCA ALLE NOCCIOLE E CIOCCOLATO

Ingredienti (per una tortiera di 24 cm di diametro):
6 albumi
210 g di zucchero (io ho usato quello aromatizzato alla vaniglia, se non l'avete vi consiglio di aggiungere all'impaso i semi di una bacca di vaniglia o dell'aroma)
120 g di nocciole tostate
110 g di farina 00
110g di burro fuso, ma freddo

Unite lo zucchero agli albumi e montate il tutto con delle fruste elettriche o nella planetaria fino a quando il composto sarà diventato bianco e molto sodo (immergendo metà chucchiaino nella massa montata esso dovrà rimanere perfettamente in piedi).
Tritate le nocciole in un mixer con uno o due cucchiai di farina presi dal totale, in questo modo l'olio delle nocciole verrà assorbito dalla farina.
Aggiungete algli albumi montati la farina  setacciata, le nocciole tritate e in fine il burro fuso, mescolando sempre delicatamente dal basso verso l'alto per non smontare il composto.
Versate il tutto in una tortiera foderata con carta forno e infornate in forno già caldo a 170° per circa 35-40 minuti, ma fate comunque la prova stecchino prima di sfornarla.
Alla prossima!!! XD






domenica 14 novembre 2010

Sablès anice e cacao

Fare i biscotti è una di quelle cose che mi rilassano di più, ma è anche una delle cose che faccio meno spesso :)
Ogni volta mi prometto sempre di preparare qualche semplice biscottino, anche solo per svagarmi un po' nelle piovose giornate invernali, ma puntualmente mi ritrovo a voler sperimentare strane ricette, e i biscotti finiscono sempre in secondo piano.
Questa volta però appena ho visto queste sablès ho deciso che sarei dovuta correre immediatamente in cucina a prepararli.
Sono molto semplici da realizzare e con pochi ingredienti.
I miei si sono un pò afflosciati durante la cottura, ma erano comunque deliziosi, tanto che sono durati meno di 24 ore ;)
Il gradevole profumo di anice e del cacao invece è rimasto in tutta la casa per molto tempo ;P

La ricetta l'ho trovata qui e colgo l'occasione per complimentarmi con le realizzatrici di questa rivista on-line perchè è veramente molto bella e ben fatta.


SABLèS ANICE E CACAO

Ingredienti:
125 g farina
100 g burro morbido
30 g di zucchero semolato
30 g di zucchero a velo
15 g di cacao amaro
1 cucchiaio di semi di anice
1 cucchiaio d'acqua
zucchero semolato per decorare

Mescolare la farina, il cacao, l'anice e i due tipi di zucchero.
Unire il burro ed impastare velocemente aggiungendo anche l'acqua, fino ad avere un impasto omogeneo.
Formare un cilindro del diametro di circa 4 cm e rotolarlo nello zucchero semolato, coprire con della pellicola e mettete il tutto in frigo per almeno 2 ore (io consiglio tutta la notte).
Scaldare il forno a 170°. Tagliare il cilindro a fetti di circa 1cm di spessore e disporle su una placca foderata con carta forno.
Infornare per 12-13 minuti (all'esterno si scuriranno e induriranno un poco, ma all'interno rimarranno morbidi e scioglievoli), sfornare e fare raffreddare per bene.
Conservare in una scatola di latta.

domenica 7 novembre 2010

Cinnamon rolls

Non me ne sono quasi accorta, ma anche novembre è arrivato! Nonostante ogni tanto un pallido raggio di sole spunti qua e là, il freddo è arrivato, e le foglie rossicce degli alberi incominciano a cadere lungo i marciapiedi delle città.
In questo periodo appena posso cucino per coccolarmi, ed è stato così anche per questi deliziosi cinnamon rolls.
Queste brioches le avevo già viste qua e là per i vari blog, ma non mi avevano mai attirato più di tanto perchè pensavo che il gusto intenso della cannella non mi sarebbe mai piaciuto.
Poi un giorno mentre mi trovavo in un famosissimo mobilificio svedese ;-), ho deciso di provarle, così per semplice curiosità: sono rimasta sorpresa! Il gusto della cannella si amalgamava alla perfezione con l'impasto della brioche, senza risultare stucchevole, e si percepiva una nota di cardamomo..deliziosa!
Però una piccola pecca c'era: non era molto morbida, così mi sono ripromessa  che a casa avrei replicato, e così ho fatto.
La ricetta l'ho presa qui e devo dire che è perfetta, l'unica mia aggiunta è stato il cardamomo.


CINNAMON ROLLS
(Ricetta copiata da Anice&Cannella)


Ingredienti:
420 gr di farina, di cui metà manitoba (del super) e metà 00
1 uovo
1 tuorlo
180 gr. di latte
60 gr di burro
75 zucchero
5 gr. di sale
11 gr di lievito di birra fresco
Un cucchiaino di cardamomo pestato se vi piace
 
per la farcia:
4 cucchiai di zucchero di canna
2 cucchiaini colmi di cannella
35 gr di burro fuso ma freddo

per la glassa:
zucchero a velo
acqua q.b.

Procedimento:
Inserire nella planetaria il latte e il lievito, far sciogliere quest'ultimo. A questo punto aggiungere tanta farina quanto basta a formare una crema soda, e inserire il tuorlo, subito dopo metà dello zucchero. Amalgamare bene gli ingredienti e aggiungere altra farina.
Dopodiché inserire l'uovo intero, poi l'altra metà dello zucchero e incorporare bene. Continuare ad aggiungere tutta la farina meno un cucchiaio, sempre impastando col gancio a foglia o K.
A questo punto aggiungere il sale e dare una prima incordatura. Inserire poco alla volta il burro morbido a temperatura ambiente, tirato fuori dal frigo una mezz'oretta prima. Finire con l'ultimo spolvero di farina (e il cardamomo) e incordare bene.
A questo punto abbiamo due strade (io per motivi organizzativi preferisco la prima):
1. Lasciar puntare l'impasto in ciotola coperto con pellicola per 40', poi mettere in frigo tutta la notte.
Al mattino riprenderlo, tenerlo 1 ora a temperatura ambiente.
2. Lasciar lievitare fino al raddoppio l'impasto in ciotola coperto con pellicola.

In tutti e due i casi, riprendere l'impasto, spolverare leggermente il piano di lavoro e fare le pieghe di tipo 1, quelle di sovrapposizione, spiegate qui, ma arrivare solo alla terza foto.
Capovolgere il rettangolo ottenuto, coprirlo con pellicola e attendere 20' o 30'. Nel frattempo far sciogliere il burro e farlo raffreddare.
Poi, infarinare appena e stendere col mattarello in un rettangolo alto circa 8mm. Spennellare col burro fuso, cospargere con lo zucchero di canna miscelato alla cannella, poi arrotolare il rettangolo formando un lungo salame.
Tagliare ora i cinnamon all'altezza di un grosso dito, e posizionarli in una teglia coperta da carta forno. Coprirli con pellicola e farli lievitare un'ora circa.
Dopodiché infornare a 180° fino a che avranno preso un bel colore dorato, circa 15', ma dipende dal forno.

Preparare la glassa mescolando zucchero a velo e acqua fino alla consistenza desiderata. Poi versarla sui cinnamon.