domenica 23 gennaio 2011

Cavolfiore gratinato

Sinceramente non ho mai amato il cavolfiore, in casa mia lo si mangiava sempre lesso e condito con olio, e cucinato in questo modo non l'ho mai tollerato.
Qualche giorno fa un cavolfiore lesso giaceva triste triste in frigo, in attesa che qualcuno lo togliesse da lì per dargli una degna fine.
Accanto a lui c'era anche un  triste pezzo di formaggio, anche lui triste triste ed è stato a quel punto che mi è venuta l'idea di questa ricetta: il cavolfiore gratinato.


Vi assicuro che anche se odiate il cavolfiore, vi inizierà a piacere molto se lo concerete per le feste come ho fatto io! :P


CAVOFIORE GRATINATO
Ingredienti:
1 cavolfiore lessato in acqua salata
200 g circa di formaggio Casera (o altro formaggio semi stagionato)
250 ml di latte
25 g di burro
25 g di farina 00
sale, pepe, noce moscata qb
Formaggio tipo grana qb

Preparare la salsa bechamelle: fate sciogliere il burro in una casseruola, aggiungete la farina mescolando e fate cuocere per un paio di minuti.
Aggiungete il latte precedentemente scaldato mescolando con una frusta per evitare la formazione di grumi.
Continuare a cuocere mescolando fino a che la salsa sarà densa, ma non troppo.
Salare e aggiungere una grattatina di noce moscata quindi togliere dal fuoco.

Tagliare il cavolfiore a fettine e disporne la metà sul fondo di una pirofila, precedentemente imburrata.
Ora cospargere metà dose di formaggio tagliato a dadini sullo strato di cavolfiore e pepare.
Ripetere il procedimento con uno strato di cavolfiore e formaggio rimanenti.
Coprite il tutto con la salsa bechamelle e un'abbondante strato di grana grattuggiato.
Infornare a 200° per 20 min o fino a quando la superficie sarà bella dorata.

1 commento:

  1. Ciao!
    Scusa tantissimo l’effetto “spam”, ma abbiamo pochissimo tempo per avvisare tutti! Dopo il successo della precedente contro l’omofobia, decolla una nuova iniziativa food-bloggers contro l’atteggiamento indegno del Governo nei confronti delle donne. Qui trovi tutte le info. Vieni a leggere, grazie!
    http://merendasinoira.wordpress.com/2011/01/24/entro-il-6-febbraio-liberiamoci-del-maiale/
    http://kemikonti.blogspot.com/2011/01/nuovo-post.html

    RispondiElimina