lunedì 21 febbraio 2011

Un soffio e tanti auguri!

Oggi voglio proporvi una torta a dir poco paradisiaca!
L'ho pensata partendo da questa torta e l'ho adattata a seconda dei miei gusti perchè si tratta della torta del mio compleanno :)
Quando si mangia sembra di gustare un pezzetto di nuvola, ha proprio la consistenza di una soffio, un soffio che ti scalda l'anima soprattutto se è condiviso con qualcuno che ti vuole bene.


Non mi resta che augurarvi una buona settimana :)


TORTA SIMIL SOFFIO D'AMARETTO
Ingredienti pan di spagna:
4 uova
120g farina setacciata
120g zucchero
un pizzico di sale

Ingredienti crema:
4 tuorli
80gr di amaretto
100gr di zucchero
50gr di amaretti
50gr di cioccolato fondente
500 di panna
 
Bagna preparata con 100 di acqua, 100 di zucchero, fatti bollire per 5’, e 4 o 5 cucchiai di amaretto uniti fuori dal fuoco
Amaretti per la decorazione
 
Per il pan di spagna: montate le uova con lo zucchero e un pizzico di sale per circa 15 minuti o fino a che il composto di uova "scrive".
Aggiungete poco alla volta la farina mescolando dall'alto al basso, facendo attenzione a non smontare la massa.
Rovesciate il composto in una tortiera imburrata del diameto di 24 cm.
Infornate a 180° per circa 30 minuti o fino a che inserendo uno stuzzicadenti, questo ne uscirà asciutto.
 
Per la crema: mescolare senza montare lo zucchero con le uova, aggiungere il liquore e cuocere a bagnomaria fino a quando la crema velerà il cucchiaio.
Montare la crema nella planetaria fino a quando si sarà completamente raffreddata, poi incorporare delicatamente la panna montata.
Aggiungere poi il cioccolato tritato grossolanamente e gli amaretti sbriciolati.
 
Montaggio della torta: Prendere un cerchio da pasticceria di 20 cm di diametro e ritagliare il pandispagna raffreddato, dello stesso diametro del cerchio.
Tagliare ora il pan di spagna in due dischi.
Poggiare il cerchio da pasticceria su un foglio d'acetato e rivestire anche i bordi con dell'acetato.
Versare metà crema all'interno del cerchio, coprite con uno strato di pan di spagna, bagnare con un po' di bagna.
Ripetere con un altro strato di crema, pan di spagna e bagnare.
Porre in freezer per almeno una notte, passato questo tempo togliere la torta dall'anello ribaltarla e rimuovere l'acetato.
Ricoprirla con amaretti sbriciolati e decorare a piacere.
 

venerdì 11 febbraio 2011

Grissini con pasta madre

Rieccomi finalmente!!
Nonostante ultimamente non abbia avuto molto tempo da dedicare al mio blog (e probabilmente questa situazione è destinata a perdurare nel tempo :( ) sono riuscita comunque a trovare un po' di tempo per sperimentare..
E oggi ho deciso di mostrarvi una delle prime ricette fatte con uno di questi miei "esperimenti", ossia con la pasta madre!!
Non ci posso credere ancora, ma anche io mi sono buttata in quest'avventura e circa 1 mese e mezzo fa è nata anche la mia cucciolina.
Eh si! è proprio come prendersi cura di un piccolo cucciolo, ma ne vale proprio la pena..

Questi grissini li ho preparati per non buttare per l'ennesima volta lo scarto del rinfresco e devo dire che non mi aspettavo dei grissini così buoni!!..

Riporto la ricetta pari-pari da qui, dove c'è anche quella con ldb, ma l'ho vista su molti blog..e come meravigliarsi: è una ricetta delle Simili!!



GRISSINI CON LM
Ingredienti:
500 gr di farina 00
250/280 gr di acqua [io la uso sempre tiepida]

15 g lievito di birra*

8 gr di sale (un cucchiaino colmo)
50 gr di olio extravergine d'oliva + q.b. per spennellare

1 cucchiaino raso di malto d'orzo

farina di semola di grano duro q.b. per spolverare i grissini

semi di sesamo, di papavero etc. (facoltativi)

* CON IL LIEVITO MADRE.
Si può sostituire il lievito di birra con il lievito madre aggiustando le dosi come segue: 250 gr di lievito madre (prelevato dal frigo una mezz'ora prima di impastare), 350 gr di farina 00, 50 gr di olio extravergine d'oliva, 1 cucchiaino di malto d'orzo, 1 cucchiaino colmo di sale, 150 gr di acqua. In questo caso, lasciate lievitare per almeno 2/3 ore. Con queste dosi ho ottenuto 45 grissini.


Procedimento a mano: fate la fontana sulla spianatoia, mettete al centro il lievito, il malto, l'olio e l'acqua e amalgamateli tra loro. Prendendo un pò di farina dal bordo, iniziate a impastare. Aggiungete quindi il sale e la farina restante e impastate bene, battendo di tanto in tanto, per 8-10 minuti. L'impasto deve risultare non troppo morbido.

Procedimento nel mixer/impastatrice: sciogliete il lievito nell'acqua; mettete la farina nella ciotola e, dopo aver azionato la macchina, aggiungete l'acqua con il lievito, quindi l'olio e il malto e, per finire, il sale. Impastate fino ad ottenere una palla omogenea (se avete l'impastatrice anche 5-8 minuti), quindi lavorate un po' l'impasto a mano sulla spianatoia, battendolo di tanto in tanto.


Formate un filone rettangolare, piatto e regolare, di circa cm 30 x 10, appoggiatelo su uno strato di farina di semola di grano duro con cui avrete cosparso un angolo della spianatoia, ungete abbondantemente con olio d'oliva la parte superiore ed i lati e cospargete il tutto con altra semola. Coprite a campana (utilizzando una teglia rettangolare rovesciata sopra) e lasciate lievitare per 50-60 minuti (2/3 ore nel caso abbiate usato il lievito madre).


Con un coltello a lama alta o con una spatola tagliate dal lato corto dei bastoncini della larghezza di un dito, quindi afferrateli al centro con le dita e allungateli tirandoli delicatamente verso l'esterno, spostando via via le dita man mano che la pasta si assotiglierà. Potete anche aiutarvi battendoli leggermente sulla spianatoia.

Disponeteli leggermente distanziati su una teglia rivestita di carta da forno e regolateli con le dita per uniformarne lo spessore.
Attenzione! Se il grissino si dovesse spezzare tirandolo, si cuoce così, a pezzetti; se invece prendete troppa pasta e il grissino dovesse risultare troppo lungo, tagliatelo al limite della teglia e il pezzetto che vi rimane cuocetelo così com'è, questo poichè non è possibile reimpastare. Infornate i grissini a 200° per 15-20 minuti, fin quando saranno dorati: appena usciti dal forno saranno delicati e un po' morbidi, ma si induriscono raffreddandosi.

Varianti:

- potete aggiungere all'impasto, a piacere, semi di sesamo (bianco o nero), semi di papavero, peperoncino o paprika in polvere, rosmarino, cipolla secca o tritata e soffritta, olive verdi o nere sminuzzate, sale nero etc.

- potete anche spennellare i grissini già formati di acqua e cospargerli di semini o di farina di polenta.