domenica 31 luglio 2011

Cremini cioccolatosi

Periodo di lunga, lunghissima assenza dl mio e dai vostri blog.
I motivi sono tanti e vari: l'avvenire di cose che mai vorresti che accadessero e che ti buttano il morale a terra, ma anche più semplicemente il caldo (anche se spesso un po' latente) che ti fa dire "vade retro" alla cucina e l'assenza per gran parte del giorno da casa.

Però ora rieccomi con un dolce fresco ma coccoloso adattissimo per chi, come me, non sta trascorrendo momenti che sono sempre felicissimi..perchè si sa che il cibo porta felicità, è felicità! E non lo dico per modo di dire, ma perchè lo credo e l'ho testato sulla mia stessa pelle, ma questa è un'altra storia, un'altra triste storia, ma che mi sta molto a cuore e quindi spero di poter approfondire ed entrare nel dettaglio tra un po'..

Ma ora su col morale!! Ecco la ricetta: semplice, veloce ed ottima per smaltire glia albumi in più!



CREMINI CON SALSA AL CIOCCOLATO
Ingredienti:
200 ml di panna fresca
250 ml di latte
6 albumi
150 g di miele
1/2 baccello di vaniglia
la scorza di mezzo limone
2 cucchiai di rum
un pizzico di sale

Versate in una casseruola il latte con metà del miele e con la vaniglia e la scorza di limone.
Fate raggiungere il bollore, quindi unite la panna e proseguite la cottura per 1 minuto.
Togliete la casseruola dal fuoco e unite il rum.
A parte unite a filo, sbattendo leggermente, il miele restante agli albumi con un pizzico di sale, senza però rendere il composto spumoso.
Versare a filo, sbattendo, il composto a base di latte (filtrato) agli albumi.
Suddividere il composto in 6 stampini da budino o usa e getta, metterli in una pirofila e riempirla per 2/3 con dell'acqua fredda.
Infornare a 150° per circa un'ora e 45 minuti, sfornate e lasciate raffreddare i cremini.
Una volta freddi mettere in frigo per almeno 2-3 ore (si conservano in frigo anche per due giorni).
Prima di servire passate la lama di un coltellino intorno al bordo interno degli stampini, capovolgerli con un colpo deciso su dei piattini e decorare a piacere con della salsa di frutta oppure come ho fatto io con della salsa al cioccolato preparata sciogliendo a bagnomaria 100g di ciocco fondente con 6 cucchiai d'acqua.

martedì 5 luglio 2011

La paratha

Ultimamente sto sperimentando e assaggiando un po' di piatti di tutto il mondo, soprattutto quelli belli carichi di spezie e profumi!
Ottimo spunto per trovare ricette etniche è sicuramente questo blog: un'italiana all'estero sempre alla ricerca di nuovi sapori.
Proprio da Araba felice ho preso la ricetta di questa delizia: la PARATHA.
Si tratta di una sorta di piadina (il gusto è molto simile) ripiena di patate e spezie, o altri ortaggi.
Tagliata a spicchi è ottima per l'aperitivo o come semplice stuzzichino perchè vi giuro che uno spicchio tira l'altro!! :P


Con questa ricetta partecipo anche al giveway di Stefania: Arabafelice nelle vostre cucine






PARATHA (ricetta presa da qui)
Ingredienti per l'impasto:
400 g di farina
80 ml di olio di semi
mezzo cucchiaino di sale
acqua tiepida quanto basta
Ingredienti per il ripieno:
patate lesse sbucciate e tagliate a fettine
zenzero fresco
cipollotto
coriandolo fresco, o prezzemolo
sale
Lavorare la farina con l'olio ed il sale, e pian piano cominciare ad aggiungere dell'acqua, poca alla volta.
Si dovra' ottenere un panetto non troppo sodo, che va avvolto nella pellicola e fatto riposare un'oretta a temperatura ambiente.
Dopo il riposo, dividere il panetto in palline medio/piccole, che andranno poi lavorate a salsicciotto. Il salsicciotto va poi arrotolato su se stesso, usando due dita come supporto.
Le girelle ottenute vanno coperte con pellicola e fatte riposare una mezz'ora. Dopodiche', prendere una girella e tagliarla a meta'. Le due meta', stese e sovrapposte, formeranno la paratha.
Quindi stendere le due meta' con il mattarello in una forma approssimativamente circolare, che rispecchi le dimensioni del vostro testo, o padella. Su di una meta' mettere delle patate lesse, condite con sale e pepe, dello zenzero grattugiato, del prezzemolo (o coriandolo) e il cipollotto.
Coprire con la seconda meta', e schiacciare bene con le mani.
Infine continuare a premere e stendere con il mattarello, fino ad avere una sfoglia sottile che imprigioni il ripieno. Rifinire i bordi con una rotella in modo da avere un cerchio.
Cuocere la paratha sul testo appena unto ben caldo, o su una padella di ferro.
Appena messa sul fuoco, praticare dei piccoli taglietti sulla superficie ed ungere di olio con un pennellino.
Girare dopo poco e cuocere anche dall'altro lato.
Man mano che sono pronte, impilarle una sull'altra. Poco prima di servire, tagliarle a spicchi con le forbici e servirli sovrapposti.
 
Se invece fate la paratha senza ripieno, procedete cosi': dividete il panetto in due, e stendete le due meta' una sull'altra. Cuocete come gia' mostrato ma appena la paratha e' cotta dovete...stropicciarla!!!
E' cosi' pronta per accompagnarsi a cio' che piu' vi piace, salumi, formaggi o...panna acida e marmellata ;-)


domenica 3 luglio 2011

Un po' di premesse e una non ricetta

Premetto che..
..questa a dire la verità non è una vera e propria ricetta..
..questa ricetta è semplicemente un rimedio svuota frigo..
..questa ricetta è nata senza l'intenzione di essere pubblicata..
..l'aspetto di questa torta è orribile lo so, ma FIDATEVI: l'apparenza inganna (è piaciuta tantissimo anche a quell'inappetente di mia sorella!)..

Dopo tutte queste premesse parliamo della ricetta: una base di frolla salata senza impasto (trovata qui un bel po' di tempo fa e mai lasciata) ripiena con degli spinaci che oramai nessuno degnava più di uno sguardo, amalgamati con della semplice crescenza e insaporiti con della scamorza affumicata..mangiata tiepida con dell'insalatina fresca..buonissima nella sua semplicità!


CROSTATA DI SPINACI CON CRESCENZA E SCAMORZA
Ingredienti per la frolla salata:
250 g di farina 00
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaino di lievito per torte salate
100 g di acqua calda
100 g di olio di semi

Ingredienti per il ripieno:

300 g circa di spinaci
250 g di crescenza
una manciata di cubetti di scamorza
un cucchiaio di grana
fette sottili di scamorza per la copertura
sale, pepe, noce moscata

Per la frolla: mettete in un contenitore che abbia un coperchio tutti gli ingredienti nell'ordine in cui sono scritti.
Chiudete bene con il coperchio e incominciate ad agitare il contenitore come fosse uno shaker per 2-3 minuti, fino a quando si sarà formata una palla.
Distribuire l'impasto in una teglia per crostata antiaderente del diametro di 26 cm.

Per il ripieno: lessare gli spinaci in acqua salata per circa 8-10 minuti o comunque finchè saranno cotti e scolateli.
Fate sciogliere in una casseruola una noce di burro ed unitevi gli spinaci precedentemente ben strizzati e fateli rosolare fino a quando tutta l'acqua che avranno lasciato in cottura sarà evaporata, insaporite con pepe e noce moscata e aggiustate di sale.
Amalgamate agli spinaci tiepidi la crescenza, il grana e la scamorza a dadini.
Disporre il composto di spinaci sulla base di frolla e ricoprire il tutto con sottili fette di scamorza.
Infornare a 180° per circa 40 minuti e servire tiepida o fredda.