lunedì 12 settembre 2011

Finalmente...Rabarbaro!!!

Finalmente ce l'ho fatta!!! Il tanto ricercato rabarbaro è riuscito a varcare la soglia di casa mia..
Nemmeno ci credevo quando il fruttivendolo mi ha detto che me l'avrebbe procurato, a patto che ne acquistassi almeno 3 kg.
Una quantità abbastanza considerevole tenendo conto che io il rabarbaro non l'avevo mai nemmeno provato, ma quei gambetti rossi rossi mi intrigavano un sacco.
Così dopo pochi giorni ben 3 chili dei sopracitati gambetti rossi varcavano la mia porta.
Io ero felice come una bambina alla quale viene comprato il suo nuovo giocattolo, sia perché finalmente avevo trovato ciò che cercavo da tempo e sia perché è costato una miseria (se così si possono considerare 5 euri al kg).
Dopo 10 minuti di completa adorazione dei nuovi giocattolini, la sconcertante notizia: scopro che il tanto ricercato rabarbaro, nonché il nuovo oro rosso della mia cucina è ampiamente coltivato nel giardino della vicina.
Non posso nemmeno descrivere come mi sono sentita -.-

Nonostante tutto però mi sono messa subito all'opera con un cake semplice semplice, ma che è bastato per farmi capire che la mia storia con il gambetto rosso è soltanto all'inizio..


CAKE AL RABARBARO
Ingredienti:
300 g di farina
200 g di zucchero di canna + 2 cucchiai
2 uova
200 g di ricotta
160 g di burro fuso
200 g di rabarbaro sbucciato e tagliato a tocchetti
1/2 bustina di lievito
1 pizzico di sale

In una ciotola mescolare la farina con lo zucchero, il lievito e il sale.
In un altro contenitore sbattere le uova con la ricotta, il burro e un cucchiaio di latte.
Versare gli ingredienti liquidi sul composto di farina e mescolare quel tanto che basta per fare assorbire i liquidi, ma il composto dovrà rimanere grumoso e molto asciutto (il rabarbaro in cottura rilascia moltissima acqua).
Unire il rabarbaro leggermente infarinato e mescolare poco.
Versare il tutto in uno stampo per plum cake imburrato e infarinato. Cuocere a 170° per circa 1 ora e 15 (fate la prova stecchino e se necessario proseguire la cottura).

6 commenti:

  1. Mi intriga questo cake ricotta e rabarbaro...
    :))

    RispondiElimina
  2. evvai, anche tu? Batti cinque, mi verrebbe da dire! Comunque è carissimo, io ne ho trovato un bel po' in montagna e l'ho preso... per fortuna!

    RispondiElimina
  3. @zio piero: ti posso assicurare che oltre ad essere intrigante è pure una bontà! :)

    @pips: si si carissimo! Ora che però ho scoperto che la mia vicina ne ha quantità industriali che non sa come smaltire non ci sono più problemi!! :)

    RispondiElimina
  4. Il tuo blog ha attirato la nostra attenzione per la qualita delle sue ricette.
    Saremmo felici se lo registrassi su Ptitchef.com in modo da poterlo indicizzare.

    Ptitchef e un sito che fa riferimento ai migliori siti di cucina del
    Web. Centinaia di blog sono gia iscritti ed utilizzano Ptitchef per
    farsi conoscere.

    Per effettuare l'iscrizione su Ptitchef, bisogna andare su
    http://it.petitchef.com/?obj=front&action=site_ajout_form oppure su
    http://it.petitchef.com e cliccare su "Inserisci il tuo blog - sito"
    nella barra in alto.

    Ti inviamo i nostri migliori saluti

    Vincent
    Petitchef.com

    RispondiElimina
  5. Insomma, chi la dura la vince! Complimenti per l'ostinazione :-D Certo che tre kg sono tanti, ti verrà la nausea del rabarbaro! Per scongiurare il pericolo puoi inviarmi questo cake e tutti i futuri manicaretti che preparerai con esso, okay? Voglio aiutare il mio prossimo :-D :-D :-D

    RispondiElimina
  6. @Lucia: grazie grazie 1000 per il tuo aiuto! non appena mi inventerò qualcosa per smaltire i gambetti rossi richiederò sicuramente il tuo aiuto :P

    RispondiElimina